Una furia dell’altro mondo

di Lisa de Nikolits

Definire questo romanzo ci risulta un po’ difficile: senz’altro è un thriller, ma di un tipo speciale perché è divertente, leggero, sentimentale, un po’ filosofico e nello stesso tempo anche truce, ironico e surreale. Non potrebbe essere diversamente con la protagonista Julia Redner, un prototipo di donna in carriera, che si ritrova in un Purgatorio che ricorda un aeroporto, ma che è dotato di tutti i comfort come sala relax, sala trucco, sala bowling eccetera. Si ritrova lì perché è stata picchiata a morte dal suo ex amante e datore di lavoro, ma prima di scoprirlo deve fare un percorso accompagnata da uno psicoterapeuta vagamente angelico e da un gruppo di donne di cui diventa amica e che a loro volta hanno storie da raccontare. Quando finalmente Julia avrà compreso chi era sulla Terra, le si aprirà una seconda chance di riscatto ma anche di vendetta. Come scrissee William Congreve nel 1697 in The Mourning Bride:”L’inferno è niente rispetto a una donna respinta”.

Il romanzo si presta perfettamente a una trasposizione cinematografica, tanto che un blog canadese: (https://alllitup.ca/Blog/2018/Character-Study-No-Fury-Like-That#topofpostcontent) ha addirittura immaginato un cast in cui Charlize Theron impersonerebbe Julia.

Un romanzo consigliato vivamente dai lettori di goodreads, come si può vedere andando sulla pagina: https://www.goodreads.com/book/show/34714169-no-fury-like-that