Patricia Walter

La mia foto ufficiale ad opera di heike ulrich fotowork

Patricia Walter, nata nel 1974, ha studiato statistica a Monaco e lavora nel campo delle assicurazioni. Oltre a scrivere, nel tempo libero pratica arti marziali, in particolare kung fu e judo; in questa seconda disciplina è cintura nera, 2° dan. Amnesia è il suo romanzo d’esordio. Per saperne di più sull’autrice, ecco il suo sito: www.patricia-walter.com

“Studiare statistica può essere una cosa da pazzi, ma aiuta a scrivere.
Statistica vuol dire logica, e qui c’è già un legame con la scrittura. L’importante in un thriller psicologico è infatti la logica, poter alla fine riprendere tutti i fili della storia e spiegarne in modo convincente i segreti senza tirare le conclusioni per i capelli.”
Patricia Walter

Qualche domanda presa dal questionario di Proust per conoscere meglio la nostra autrice

Dove vorresti vivere? In una casetta nel bosco, vicino a un lago
Qual è per te la più grande felicità? L’amore
Quali errori perdoni più facilmente? Parecchi, ma alcuni solo una volta
Chi è il tuo eroe preferito nei romanzi? Harry Potter
Quali sono le qualità che apprezzi di più in un uomo? Humor, sincerità
Quali sono le qualità che apprezzi di più in una donna? Humor, sincerità
Il tuo pregio maggiore? Gratitudine
La tua attività preferita? Scrittura e sport
Chi o che cosa vorresti essere? Mi piaccio, dunque va bene come sono
Che cosa apprezzi di più nei tuoi amici? Che mi sostengano e mi accettino come sono
Il tuo maggior difetto? I difetti fanno parte della vita; solo se non si impara rimangono tali
Il tuo sogno di felicità? Invecchiare con il mio partner
I tuoi eroi nella realtà? I miei genitori e tutti quelli che aiutano gli esseri umani e gli animali
Quale dono naturale vorresti avere? Rendere felici gli altri
Come vorresti morire? Addormentarmi serenamente nelle braccia del mio partner
Come ti senti attualmente? Sono in gran forma
Il tuo motto? Never give up! Non ti arrendere mai!

Un’altra grande passione della mia vita

Prima, durante e dopo la revisione del manoscritto di Amnesia, ricevuto dall’editore.

Un grazie ai miei lettori!